Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 25 marzo 2009

Serie A: l'Inter torna a +7, vincono anche Genoa e Fiorentina. Tutti i goal della domenica.

Uno strepitoso Ibrahimovic, autore di una doppietta, permette ai nerazzurri di superare la Reggina 3-0, e ristabilisce le distanze sulla Juventus, seconda a 7 punti dai campioni d’Italia.
Subito in vantaggio al 5′ l’Inter con Cambiasso, servito da un delizioso colpo di tacco di Stankovic. Solo cinque minuti dopo arriva il raddoppio, con Ibrahimovic, che realizza un rigore procurato da Mancini, il brasiliano uscirà poi negli ultimi minuti del primo tempo per una contrattura muscolare. Nei primi 45 minuti anche un palo interno per il solito Ibrahimovic. Nella ripresa, al 58′, autentica perla dello svedese, tocco morbido di sinistro dopo un’azione personale e 3-0 per l’Inter. Diciannovesimo gol per Ibra, che raggiunge Di Vaio in testa alla classifica marcatori. Nel finale Julio Cesar permette di mantenere congelato il risultato con un paio di interventi decisivi.
In zona Champions, importanti vittorie per Genoa e Fiorentina, che allungano sulla Roma. I genoani battono 2-0 l’Udinese con due gol nella ripresa: sblocca di testa Sculli, raddoppia Milito al 93′, sedicesimo gol in campionato per il ‘Principe’. Il direttore generale dell’Udinese, Leonardi, polemizza, ai microfoni di Sky Sport, nei confronti dell’arbitro Ayroldi ed esorta i designatori a non mandarlo più a dirigere le gare della squadra friulana.
La Fiorentina si sbarazza del Siena con un gol di Mutu al 71′; dopo un mese tornano alla vittoria i viola, ora quinti in classifica.
Un gol di Luciano, allo scadere del primo tempo, permette al Chievo di battere il Palermo e di allontanarsi dalla zona retrocessione. Terza vittoria nelle ultime 4 partite per i clivensi. Risultato che inguaia il Bologna, sconfitto in casa dal Cagliari grazie ad un gol di Acquafresca al 44′ del primo tempo. La squadra di Mihajlovic è quart’ultima, con soli due punti di vantaggio sulla zona retrocessione.
Non sorride nemmeno il Torino, sconfitto a domicilio dalla Sampdoria per 3-1. Apre le marcature Pazzini, ottavo gol in 8 partite per il doriano, raddoppia Sammarco, accorcia le distanze per il Toro, Rolando Bianchi, di tacco. Nella ripresa Cassano fissa il risultato sul 3-1 con un preciso rasoterra che si infila sul secondo palo.
La gara più divertente della domenica si gioca a Lecce: i salentini pareggiano 2-2 con l’Atalanta, va in vantaggio la squadra di casa con Caserta, poi si svegliano i bergamaschi, e soprattutto Padoin, una doppietta dell’atalantino ribalta il risultato. Al 91′ rigore per il Lecce, Caserta trasforma e fissa il risultato sul definitivo 2-2.


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta